3 Giorni Vita Sana

I Missionari Oblati di Maria Immacolata della comunità di Gesso (Messina) e propongono una tre giornier viviere insieme  un’esperienza di vita semplice e condivisa all’insegna dell’amicizia e dell’integrazione tra attività fisica, spiritualità e sana alimentazione.

Dopo di gli esiti positivi di quella già vissuta del 21-23 luglio è pevista una nuova proposta. Chi fosse interessato può farlo sapere a p. Salvatore o utilizzare la pagina deo contatti di questo sito web.


PRESENTAZIONE

La 3 Giorni di "Vita sana" consiste in una serie di attività che hanno lo scopo di metterci a contatto con aspetti di noi stessi e dell’ambiente e favorire possibilmente la relazione con Dio. Ci sarà occasione anche di conoscerci, stare insieme e condividere fra noi.

L’ispirazione di questa esperienza la troviamo tutta nella enciclica di Papa Francesco, Laudato si’. Qui egli parla della necessità, per l’uomo contemporaneo di operare una conversione ecologica coltivando quattro diversi livelli di equilibrio: “quello interiore con se stessi, quello solidale con gli altri, quello naturale con tutti gli esseri viventi, quello spirituale con Dio” (n. 210).

Per ciascuno di questi livelli di equilibrio ecologico troveremo qualcosa da fare:

Il livello interiore sarà sviluppato particolarmente attraverso gli esercizi del metodo Feldenkrais che ci aiuteranno a equilibrare meglio la mente con il nostro corpo e quindi a contattare più agevolmente noi stessi. Scrive il Papa: “Imparare ad accogliere il proprio corpo, ad averne cura e a rispettare i suoi significati è essenziale per una vera ecologia umana” (n.155). Un altro aiuto per coltivare la nostra dimensione personale ci verrà dai laboratori di espressione artistica e di scrittura creativa.

Il livello solidale sarà sviluppato dal nostro stare insieme e dalla condivisione delle nostre esperienze e del dono che ciascuno di noi è per l’altro in un'atmosfera di aiuto e sostegno reciproco. Scrive il Papa: “Si può aver bisogno di poco e vivere molto, soprattutto quando si è capaci di dare spazio ad altri piaceri e si trova soddisfazione negli incontri fraterni, nel servizio, nel mettere a frutto i propri carismi, nella musica e nell’arte, nel contatto con la natura, nella preghiera” (n. 223)

Il livello naturale sarà dato sia dal contatto quotidiano con l’ambiente in cui siamo e che potete esplorare e in particolare dall’escursione di lunedì mattina. Ci alimenteremo il più possibile con cibi sani, prodotti nell’orto o biologici. Il tutto all’insegna della sobrietà per cui anche l’uso delle cose sarà guidato il più possibile da principi di rispetto dell’ambiente. Cercheremo, per questo, di evitare l’uso di bottiglie, bicchieri e piatti di plastica. Faremo la raccolta differenziata dei rifiuti.

Il livello spirituale sarà coltivato soprattutto attraverso l’esperienza di meditazione nella quale vi verrà proposto un metodo che associa sia i principi base della meditazione vipassana buddhista sia la preghiera del cuore del “Pellegrino russo”. In quest'ultima l'invocazione ripetuta più volte e accordata con il ritmo del respiro e del cuore ci conduce ad un’esperienza particolare di pace interiore e di consapevolezza della presenza divina in noi e nella nostra vita. Troverete anche un piccolo eremo dove, se vorrete, potete trascorrere del tempo in silenzio e in ascolto.

Questi diversi livelli corrispondono alla visione cristiana della persona che comprende corpo, mente e spirito, come afferma S. Paolo in un testo che ricorderemo più volte in questi giorni: “Il Dio della pace vi santifichi interamente, e tutta la vostra persona, spirito, anima e corpo, si conservi irreprensibile per la venuta del Signore nostro Gesù Cristo” (1 Ts 5,23). Una persona che non è una isola rispetto agli altri e vive in un ambiente.

Ci auguriamo che potremo trascorrere altri dei giorni in cui realizzare quanto scrive Papa Francesco: “La spiritualità cristiana propone una crescita nella sobrietà e una capacità di godere con poco. È un ritorno alla semplicità che ci permette di fermarci e di gustare le piccole cose, di ringraziare delle possibilità che offre la vita senza attaccarci a ciò che abbiamo né rattristarci per ciò che non possediamo” (n. 222).

p. Salvatore Franco

Come si è svolta la tre giorni?

Sono stati toccati e vissuti argomenti che vanno dall’alimentazione all'attività sportiva e dalla creatività alla meditazione.
Speciale e rivelativa è stata l’attività Corpo-mente, guidata dalla fisioterapista Rosanna Zingali, secondo il metodo Feldenkrais, basata sulla riscoperta del proprio cor-po. Altrettanto profonda e nuova per alcuni è stata l'esperienza di Meditazione guidata da P. Salvatore Franco. Un'esperien-za irrinunciabile per imparare ad avere un approccio più profondo, più intimo e concentrato con la preghiera.
Naturalmente non potevano mancare i momenti a diretto contatto con la natura. Rigenerante è stata l'escursione tra i Colli S. Rizzo di Messina, guidata da P. Giu-seppe Gullí, dove, tra un po' di fatica, tanta gioia e accompagnati dalla preghiera, è stato possibile respirare a pieni polmoni tanta aria pura e poter ammirare quel magnifico panorama che si affaccia sullo stretto di Messina. Il tutto si è svolto in tre tappe, la prima intitolata “Comincia da te”, la seconda “Vai verso l'altro” e l’ultima “Insieme verso il Padre”. Bellissimo è stato anche il potersi sporcare le mani della preziosa terra durante l’attività di giardinag-gio e ancora più bello è stato poter assapo-rare i prodotti dell'orto e inebriarsi dell’odore delle focacce che cuocevano nel forno, preparate insieme e consumate, grazie all'aiuto di P. Ermanno Pezzotta. Tra i tanti appuntamenti non sono mancati quelli dedicati alla creatività, come il labora-torio di espressione artistica, guidato da Liliana Niceta – Siracu-sano, dove è stato possibile liberare la pro-pria vena artistica immergendosi in un mondo di colori. È stato anche possibile da-re libero sfogo alla propria creatività duran-te il laboratorio di Scrittura Creativa guidato da P. Salvatore Franco, dove, per un po' tutti sono diventati maestri di penna.
Come preannunciato, l’alimentazione e lo sport sono state tematiche intorno alle quali ha ruotato tutta l'organizzazione dell’evento e sono state presentate in maniera esauriente da P. Pasquale Castrilli durante l'esposizione del tema “Dare il meglio di sé”.
Tre giorni sono trascorsi in fretta ma certo sono stati sufficienti per cambiare o comunque migliorare quella che è la propria quotidianità per cercare di vivere pienamente una “Vita Sana”.

Daniela Dell’Acqua

 


scarica qui il programma 21-23.07.18 in PDF :

Percorsi e Attività a favore della Persona, la Coppia e la Famiglia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: